Ammonium Carbonicum nel Gatto e Cane Iperazotemia Uremia Affanno

Inserito in Omeopatia

Ammonium Carbonicum nel Gatto e nel Cane è un rimedio omeopatico molto utile per: patologie renali, IRC, uremia, iperazotemia, problemi cardiorespiratori, ma anche asma e affanno.

 
Ammonium Carbonicum
 
Ammonium Carbonicum nel Gatto e Cane Iperazotemia Uremia Affanno
 
Dal sesquicarbonato di ammoniaca che si presenta in forma solida e incolore si ricava Ammonium Carbonicum.
E’ un sale cristallino trasparente con odore di ammoniaca, ed ? notevolmente solubile in acqua, ma non in alcool.
L’ammoniaca si forma in natura in seguito alla decomposizione delle sostanze organiche, ? presente in piccole quantità nella nostra atmosfera, ed in quantità preponderante in altri pianeti e nelle comete.

Il radicale ammonio è irritante per le mucose e provoca secrezioni acri causando, qualora ingerito, una gastroenterite tossica e gravi alterazioni del sangue. A livello polmonare induce aumento della frequenza respiratoria con secrezione mucosa, fino ad arrivare, in caso di dosi elevate, a stati acuti di polmonite.
I vapori inoltre sono fortemente irritanti per gli occhi.
 
 
Uso Omeopatico
 
Il rimedio omeopatico di Ammonium Carbonicum, viene ottenuto dal carbonato di sodio e dal cloruro di ammonio, il composto solido cristallino, viene diluito in acqua distillata, succusso e potenziato.
Agisce sulla respirazione, sul sangue, sul sistema nervoso, sul cuore, sulle mucose e sulla pelle.
Il rimedio è indicato in caso di sintomi di debolezza generalizzata, scarsa reattività. per cui ogni minimo sforzo aggrava la situazione e provoca palpitazioni. E’ utile anche in patologie cardiache, insufficienza cardiaca, cardiomegalia, enfisema, asma bronchiale.
Altra caratteristica del rimedio sono tutte le secrezioni che hanno carattere acre, pungente

 
 
Utilità
 
– Apparato Digerente: dolori alle labbra bocca e faringe con ulcerazioni secchezza delle fauci, sapore metallico e aspro in bocca, gengivo/stomatiti.
– Apparato Circolatorio: fragilità delle pareti venose, debolezza dei capillari nasali con epistassi, insufficienza venosa in genere.
– Patologie Respiratorie: insufficienza respiratoria, malattie polmonari anche gravi con cianosi e dispnea, edema polmonare, enfisema, polmonite e broncopolmonite, dispnea tracheite rinite ostruttiva specie di notte, tosse incessante con espettorazione difficile, rantoli respiratori, senso di soffocamento, senso di oppressione al torace associato a tachicardia e palpitazioni, il viso ? cereo e cianotico.
– Problemi Cardiaci e Cardiorespiratori.: collasso cardiocircolatorio, insufficienza cardiaca destra, cuore polmonare cronico, asma cardiaca, edema polmonare, tachicardie, aritmie, palpitazioni che causano paura, tremori incapacit? di parlare, sudorazione fredda, respiro superficiale, perdita di coscienza, pressione arteriosa bassa con tendenza agli svenimenti.
– Apparato Urogenitale: disturbi renali con pollacchiuria notturna, urine sabbiose, ematiche, torbide e ammoniacali, insufficienza renale con oliguria e anuria, polimenorrea e ipermenorrea di sangue nero irritante,
accompagnati da sonnolenza e freddolosità
– Patologie Renali: uremia, iperazotemia latente, insufficienza renale e manifestazioni respiratorie
dell’uremia
– Apparato Ematopoietico: emorragie e ulcerazioni con sangue molto scuro, epistassi, emottisi.
 
 
Caratteristiche del rimedio
 
– Nel tipo Ammonium Carbonicum, tutte le secrezioni ed i liquidi organici di naso, bocca, stomaco, genitali
ecc.., sono acri, aspri, acidi e provocano escoriazione.
Il quadro clinico che gli corrisponde ? anche indicato in stati acuti e cronici di malattie caratterizzate da intossicazioni del sangue che si ripercuotono sulla respirazione e nei casi in cui siano presenti disturbi respiratori associati anche a disturbi cardiaci: il malato soggetto ha un respiro affannoso, una dispnea con sintomi cardiaci (palpitazioni).
– Si riscontra inoltre, astenia sia fisica che psichica, imbizione per blocco degli emuntori, sclerosi successiva degli organi nobili con sintomi principalmente respiratori, cardiaci e renali. Scarsissima energia vitale.
– I sintomi si aggravano col freddo umido verso le ore 3/4 del mattino, con lo sforzo fisico e migliorano col clima caldo e asciutto e col riposo.
– La lateralità del rimedio è quella destra.

Quando ci troviamo di fronte ad un’iperazotemia, e nei Gatti capita spesso, le basse diluizione 3 DH sono estremamente efficaci.

 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 

www.gattocicova.it

 
 

Ammonium Carbonicum nel Gatto e Cane Iperazotemia Uremia Affanno

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Rhus Toxicodendron

Omeopatici utili nel Cane

Omeopatia Animali OTTIMA

Carbo Vegetabilis nel Cane

Sali Tissutali nel Gatto

Aesculus Hippocastanum

Omeopatia per Gatti e Cani

Cantharis Vesicator

Conium Maculatum

Oscillococcinum Sindromi Virali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ammonium Carbonicum nel Gatto e Cane Iperazotemia Uremia Affanno