Bagno al Cane naturale per cute e pelo

Inserito in Olismo e Ben-Essere

Bagno al Cane un momento divertente e.. profumato! ūüôā

Un Bagno al Cane deve essere necessariamente naturale per proteggere la cute e il pelo da sostanze tossiche chimiche presenti in shampoo e detergenti. Sono da evitare bagni troppo frequenti in quanto privano l’epidermide del suo strato lipidico protettivo, fondamentale per il loro benessere.

 
Bagno al Cane
 

Bagno al Cane

 
Ci sono CANI che amano farsi lavare e spazzolare e che quando capiscono che √® l’ora del bagnetto saltano nella vasca, altri invece temono questo momento di pulizia e a volte tremano per la paura. In ques’ultimo caso, si pu√≤ far precedere il Bagno al Cane da tre gocce di Rescue Remedy il fiore di Bach utile per le sensazioni di panico. Nei casi pi√Ļ difficili consiglio una fiala di Chamomilla Cupro Culta, un omeopatico, che ha un effetto tranquillizzante e rasserenante, senza effetti collaterali per il Pet.

Bagno al Cane

Quali ingredienti usare per essere sicuri di non irritare la pelle?

Ecco una lista necessaria da preparare prima di iniziare il Bagno al Cane:
un ottimo detergente come il sapone di Aleppo sia liquido o a saponetta
cotone i drofilo da mettere nelle orecchie per non fare entrare acqua
almeno tre asciugamani per un cane di taglia media
aceto di mele
una spazzola o pettine
un asciugacapelli poco rumoroso
bagno_al_cane_sapone_aleppo

Bagno al Cane

Come procedere ? …
Innanzi tutto non fare il Bagno al Cane all’aperto ma in un¬†ambiente chiuso privo di correnti d’aria.¬† Prima cosa bisogna introdurre del cotone idrofilo nelle orecchie, facendo molta attenzione che il batuffolo non sia piccolo, perch√© in questo caso potrebbe¬†andare¬†nel condotto auricolare.
Poi si deve riempire la vasca da bagno o la tinozza fin sotto la pancia del cane con acqua caldo non superiore ai 38 gradi.
Successivamente  si bagna il corpo del cane col tubo della doccia evitando occhi e muso.
Quando il pelo e la pelle sono ben impregnati d’acqua, passare la saponetta di Aleppo su tutto il corpo non dimenticando zampe e genitali. Dopo si passa al risciacquo.
Nelle giornate particolarmente fredde, √® bene preriscaldare l’ambiente con uno scaldino elettrico, posizionato distante dalla vasca con acqua.

Bagno al Cane

A questo punto¬†il cane si scuote, in genere da solo, per eliminare l’acqua, altrimenti si pu√≤ indurlo a scuotersi soffiando leggermente sul muso vicino all’orecchio.
Ripetete l’operazione di lavaggio una seconda volta ,¬† stando molto attenti al¬†¬†risciacquo finale che deve essere abbondante e molto accurato perch√® ogni traccia di sapone deve essere eliminata del tutto.
Dopo un nuovo scuotimento, si versa su tutto il pelo del cane una tazza di acqua tiepida preparata precedentemente con due cucchiai di Aceto di Mele.
Si asciuga il cane con teli di spugna e si passa all’asciugatura definitiva col phon; il cane deve essere asciugato alla perfezione.

Una volta asciugato se si desidera avere un’azione antiparassitaria, per completare il Bagno al Cane , si pu√≤ mettere una goccia di Olio Essenziale di Lavanda, diluito in poca acqua frizionando il pelo con le mani.
 
Detergenti naturali, con pH neutro sicuri al 100% non irritano gli occhi.. per la cute delicata del CANE e non testati su animali

– Bagnoschiuma alla Calendula Weleda
– Sapone di Aleppo
– Bagnodoccia d’Aloe Zuccari
– Doccia Gel Latte Miele Riso e Avena Just
– Nutra Junior

 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 
www.gattocicova.it

 
 

Bagno al Cane

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Accanimento Terapeutico

Cane Sistema Immunitario

Sistema Linfatico Gatto e Cane

Oli Essenziali nel Cane e nel Gatto

Olio di Neem nel Gatto e Cane

Naturopatia per Animali

Fumo Passivo nel Cane e nel Gatto

Cure Naturali per Cani e Gatti

Unghie del Cane cure

la Porta dell’Evoluzione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bagno al Cane