Cancro nel Cane e Gatto soluzioni naturali

Inserito in Malattie del CANE, Malattie del GATTO

Affrontando la tematica del Cancro nel Cane e Gatto parliamo di una malattia multifattoriale in forte aumento tra gli animali moderni, favorita da prodotti estremamente inquinanti che intossicano il loro “terreno biologico”, come: alimentazione conservata ricca di additivi, di micotossine e di alluminio e piombo, pesticidi contro i parassiti, abuso vaccinale, stress psicoemotivi.

 
Cancro nel Cane e Gatto
 

Cancro nel Cane e Gatto

 
 

Lo scopo dei miei articoli non è solo quello di in-formare, ma di tras-formare.
Talvolta, come Naturopata, mi dedico alle persone e talvolta agli animali, poichè ogni loro malattia ci coinvolge e ci riguarda da vicino. Tra noi e loro si crea un continuo interscambio e seppur spesso nel silenzio, accade un legame che lascia un segno, che rimane nelle nostre memorie, anche quelle più inconsce.
Steiner diceva che ad ogni passaggio evolutivo del regno umano, ne corrisponde uno del regno animale.
Nel caso del Cancro le modalità Olistiche di affrontare la malattia in Cani e Gatti, sono molto simili alle nostre. Loro si stanno sempre più adattando a nuovi sistemi di vita, che portano alla condivisione di tante patologie tra noi e loro, poichè ogni trasformazione di stile di vita sia fisico che emozionale, arriva a coinvolgere il nucleo delle cellule..

 
 
Nel Cancro si rompe un equilibrio e ha luogo ad una degenerazione cellulare, si parla di una malattia multifattoriale, cioè collegata e dipendente da varie cause e concause messe insieme che interagiscono, magari già molto tempo prima, della comparsa dei sintomi.
Ed è per questo motivo, che si utilizzano vari strumenti che agiscono su più fronti, per cui si può ben capire che non può esistere il prodotto miracoloso anticancro, come si credeva per l’Aloe (formula padre Zago), Ascorbato di Potassio ed oggi Artemisia Annua.

Il Cancro riguarda “un sistema” e non il singolo organo colpito, tanto che si è visto che una volta asportata la matrice, spesso si attivano metastasi che degenerano più velocemente del tumore originario.

Sappiamo però che agendo su più fronti, attraverso un approccio Olistico, si possono ottenere ottimi risultati ed anche guarigioni. Non si segue un protocollo uguale per tutti.. ma un percorso individuale diversificato, che va modificato strada facendo, anche soprattutto monitorando le risposte e le reazioni personali.
 
 
Il Cancro non arriva per caso, ed anche se spesso le cause a monte di questa patologia così invasiva, non sono del tutto note, sicuramente si sa che sfrutta il processo infiammatorio cronico dei tessuti per differenziare la trasformazione cellulare e che le cellule cancerose vivono a loro agio in un ambiente acido.
Quando l’animale che vive con noi sviluppa un Cancro, entriamo in un percorso di accompagnamento psico/fisico che non necessariamente si conclude con la morte, ma che modifica in senso evolutivo, lo stile di vita di tutta la famiglia. Ci sono tanti tipi di Cancro, nel Cane e Gatto, ogni Cancro ha la sua storia e la sua tipologia, può essere più o meno aggressivo, operabile oppure no.

Un sistema immunitario sano e funzionale è molto spesso in grado di riconoscere e distruggere le cellule tumorali, prima che ci accorgiamo della loro presenza organizzata. Tuttavia dato che l’efficienza del sistema immunitario diminuisce con l’aumento dell’età, spesso Cani e Gatti sviluppano tumori durante la terza età.
Purtroppo non ci sono segnali particolari della presenza di Cancro nel Cane e Gatto, alcuni sintomi possono essere infatti confusi con altre patologie e quando si presentano, il tumore è spesso ad uno stadio già avanzato.
Esistono inoltre tante forme di Cancro che possono essere più o meno aggressive e rapide nel degenerare.
 
 

gattocicova-foglie

 
 

Rimedi Cure Naturali Cancro Cane Gatto Omeopatia
 
Cosa si può fare concretamente in caso di Cancro nel Cane e nel Gatto per rallentare e spesso frenare la degenerazione cellulare?
Un punto cruciale è l’atteggiamento mentale con cui si vive la malattia. I parametri principali su cui lavorare per affrontare il Cancro con sostanze naturali, comprendono principalmente il trattamento del “terreno biologico” e la stimolazione delle risorse fisiologiche.

Le parole chiave “anticancro” sono: antiossidazione, antinfiammazione, antitossicità.

 

Stimolare le cellule NK (Natural Killers) che svolgono un ruolo cruciale nella difesa contro le cellule tumorali, che sono in grado di riconoscere e neutralizzare, al fine di fermare la crescita e lo sviluppo ulteriore del tumore
 

Agire sull’angiogenesi per frenare la vascolarizzazione del tumore, con sostanze che contengono Terpeni come alcuni Micoterapici ad esempio Shiitake o la Curcumina che sopprime l’induzione di Egr-1, coinvolte nell’angiogenesi
 

Inibire lo stato infiammatorio generale del corpo, eliminando alimenti pro-infiammatori come le sostanze contenute nel pet food a favore di una dieta antinfiammatoria. Utilizzare anche fitoterapici ed integratori che contrastano le infiammazioni
 

Usare antiossidanti per lavorare sui radicali liberi e sulla funzione di ripristino dell’energia mitocondriale, come ad esempio Ascorbato di Potassio con D-Ribosio e Glutatione, per bloccare lo stress ossidativo chelando i radicali liberi
 

Usare omeopatici specifici che agiscono sul cancro come ad esempio il Viscum Album
 

Lavorare sullo stress e sulle emozioni dell’animale malato: le cellule Natural Killers rispondo alle emozioni. La psicogenesi del Cancro negli animali riguarda molto da vicino la cerchia familiare in cui vive e lo stile di vita. La risposta ai trattamenti, cambia se si tratta di un “figlio unico”, di Gatti che vivono in colonie e in comunità numerose, di un Cane che viene usato per svolgere mansioni ad uso umano, di un lutto in famiglia che stravolge la quotidianeità, della lontananza in caso di separazione da un punto di riferimento umano ecc ecc..
 

Non farsi mai condizionare da prognosi infauste, la diagnosi non è un verdetto, è solo un mezzo per conoscere la malattia.

In caso di operazione chirurgica per asportazione della massa tumorale, prendete decisioni molto ben accurate e senza fretta, sentendo vari pareri se necessario, scegliendo chirurghi ben navigati ed abili in questo tipo di interventi. Chiedete al medico che si assume la responsabilità dell’operazione, statistiche riguardo recidive e tempi di sopravvivenza che cambiano se si tratta di Cani o di Gatti che sono relative a vari parametri, come la zona dove si trova la massa e se ha già formato infiltrazioni in organi vitali.
Per esempio quando si decide di operare un animale con tumore mammario od osseo, prima di procedere all’asportazione, si fa una lastra ai polmoni per vedere se si sono già formate metastasi.. oppure un Gatto con osteosarcoma al femore, in caso di amputazione dell’arto interessato, ha il 50% di possibilità che il Cancro non si riformi, mentre in un Cane le possibilità che non recidivi velocemente sono quasi nulle.
In ogni caso è bene preparare l’animale all’intervento con rimedi naturali da utilizzare nella fase pre e post operatoria, per favorire un recupero più rapido delle forze di guarigione.

 
 
La cura dell’ alimentazione di Cani e Gatti in uno “stato tumorale” è di fondamentale importanza per bonificare il terreno biologico dei pets malati. Quindi un’alimentazione naturale rappresenta una necessità per percorre un cammino di guarigione.
Carboidrati e cereali vanno esclusi dalla dieta poichè la digestione di carboidrati porta un aumento notevole del lattato nel sangue che causa iperacidità (ambiente ideale per le cellule cancerose). I invece cereali producono un aumento di glucosio che nutre le cellule tumorali.
Inoltre, nei Cani affetti da tumore risulta alterato il metabolismo dei lipidi che porta ad aumentare il fabbisogno di grassi nella dieta, anche perchè le cellule tumorali non riescono ad utilizzare facilmente i grassi, per questo è bene aumentare la percentuale di grassi nel pasto quotidiano. In caso di tumori bisognerebbe dare acidi grassi Omega 3 vegetali (semi di lino, olio di ribes nero, alghe) più facili da metabolizzare rispetto a quelli di pesce che per molti motivi non vanno utilizzati. Utilizzare con cautela l’Olio di Lino, perchè altamente instabile e ossida velocemente.
 
 
In caso di Cancro nel Cane e Gatto è sempre bene supportare il fegato che viene appesantito notevolmente dalle tossine prodotte dalle cellule cancerose, utilizzando rimedi omeopatici e/o fitoterapici di cui si parla nell’articolo dedicato al benessere del FEGATO.
Anche i RENI vanno aiutati e sostenuti attraverso la dieta esclusivamente naturale e rimedi appositi come Betulla, Cuprum ecc.
Bisogna sempre assicurare al pet malato, una digestione rapida e agevole con alimenti freschi di ottima qualità (carne e verdure)

Cancro nel Cane e Gatto

Sicuramente l’utilizzo di rimedi naturali che frenano la degenerazione delle cellule cancerogene è necessario. La scelta deve principalmente considerare con D-Ribosio.

Tra i fitoterapici si possono utilizzare Uncaria Tomentosa conosciuta col nome popolare di Unghia di Gatto, che funziona molto bene come antiossidante, contiene alcaloidi che stimolano il sistema immunitario ed aumenta la capacità di distruggere/eliminare i globuli bianchi, cellule tumorali e le tossine.

Come integratori sono efficaci antiossidanti come il Coenzima Q10, lo Zinco e la Vitamina C, quest’ultima con cautela perchè può risultare eccessivamente stimolante per il sistema nervoso.

La Micoterapia ha decisamente effetti benefici in caso di Cancro nel Cane e Gatto come immunostimolante, ma va somministrata con attenzione, perchè non è esente da effetti collaterali soprattutto gastrointestinali e fenomeni di allergia ai funghi micoterapici.

La Curcuma utilizzata come integratore (non in forma alimentare) ha azione antiangiogenetica levando ossigeno e nutrimento alle cellule tumorali. Ha azione antiossidante e antinfiamatoria. I dosaggi eventualmente usati in caso di Cancro nel Cane e Gatto devono essere alti e valutati secondo le condizioni generali dell’animale. Ad esempio un Gatto o Cane cardiopatico che non può assumere sostanze stimolanti, non può assumere Curcuma se non in dosaggi bassi, dosi basse che hanno efficacia ridotta, sulle cellule cancerose.

Omotossicologici come Chinoni, Arnica, Coenzyme compositum, Ubichinon compositum, stimolano le NK.

 
 
N.B. Le informazioni contenute in questo articolo rappresentano semplicemente linee guida generali, per chiarire come affrontare le malattie cancerose, per cui ogni trattamento naturale, va personalizzato dopo un’analisi accurata di ogni singolo caso. I rimedi citati sono compatibili con terapie farmacologiche prescritte dal medico.
 
 

Grazia Foti
Naturopata

 
 
www.gattocicova.it

 
 

Cancro nel Cane e Gatto

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Allergie nel Cane Spesso ritardate

Gravidanza Isterica nel Cane

Ipotermia nel Gatto e nel Cane

Meteorismo e Flatulenza

Disturbi Comportamentali

Rachitismo nel Gatto e nel Cane

Disidratazione nel Gatto e Cane

Diabete nel Cane e nel Gatto

Malattie Autoimmuni

Piometra nel Gatto e nel Cane


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cancro nel Cane e Gatto