Disturbi Urinari nel Gatto: Ruggi

Inserito in Casi Clinici

Sempre più assiduamente, i Disturbi Urinari nel Gatto, si manifestano in varie modalità: frequente bisogno di urinare, cistiti, presenza di sangue nelle urine, difficoltà nella minzione spesso dolorosa, talvolta blocchi dell’uretra, leccamento dei genitali.

 
Disturbi Urinari nel Gatto
 

Disturbi Urinari nel Gatto: Ruggi

 
 
Tradizionalmente si attribuisce la causa dei problemi urinari nei Gatti alla presenza di cristalli e calcoli nella vescica anche se in realtà queste formazioni minerali, non sono la reale causa del disturbo, ma sono maggiormente, la conseguenza di un regime alimentare contro natura che altera la funzione protettiva del Microbiota intestinale: una dieta fatta di crocchette secche (deleterie per reni e vescica) e sottoprodotti dell’industria resi commerciabili, da una miriade di additivi chimici.
Un calcolo non sta li a caso e non si forma dal nulla, lo stesso dicasi per la sabbia vescicale che si deposita in vescica creando così stati infiammatori e difficoltà nel normale svuotamento della stessa. Per cui di fronte a problemi di questo genere preferisco, da un punto di vista natutoropatico, parlare di concause e non di cause primarie, in riferimento alla presenza di calcolosi.
 
 

Riguardo i Disturbi Urinari nel Gatto, questa è la vicenda di un giovane Gatto di nome Ruggi, che stava andando dritto dritto (mancava davvero poco), verso l’uretrostomia dopo dolorosi e ripetuti episodi di cistite e cateterizzazioni.. Preso in tempo con trattamenti naturali adatti al suo caso, ecco la storia di Ruggi dal racconto della sua mamma umana Lisa.
 
 
“Ruggi è un bellissimo Gatto apparentemente sano nutrito con pet food sopratutto crocchette (credevo di qualità), quando all’età di 2 anni ha improvvisamente cominciato a manifestare difficoltà nella minzione. Una sera lo abbiamo trovato in giardino, immobilizzato dal dolore che tentava invano di fare la pipì.
A quel punto ho deciso di portarlo subito in una clinica veterinaria della mia zona, dove il micio è stato subito cateterizzato e ricoverato per 3 giorni. Era andato in blocco urinario a causa di calcoli riscontrati in vescica.

Dopo il primo ricovero Ruggi non è mai guarito del tutto ed ha continuato ad avere dolore producendo appena poche gocce di urina e con grande sofferenza.
Ruggi andava sempre peggiorando e da quel momento dopo la prima degenza in una clinica veterinaria, è iniziato un vero e proprio calvario fatto di continue e stressanti ospedalizzazioni, un andirivieni estenuante dal veterinario, cateterizzazioni e farmaci che lo stavano anche intossicando.
Questa situazione di sofferenza e disagio continuo, tra alti e bassi, si è potratta per diversi mesi e nel frattempo Ruggi aveva sviluppato anche una grave diarrea dovuta alle cure farmacologiche che oltretutto non stavano servendo a migliorare la sua situazione e il suo patimento.
Il veterinario della struttura medica che lo aveva in cura, mi disse che l’unica speranza per salvare il micio sarebbe stata una uretrostomia.

A questo punto vista l’inutilità delle cure e dell’alimentazione a base di cibo industriale “apposito” che a detta del veterinario avrebbe risolto il problema, non mi sono sentita di andare avanti nel sottoporre Ruggi ad un’operazione chirurgica e dopo avere trovato utili informazioni sul sito Gattocicova ed aver cambiato veterinario, nel giugno 2015, ho contattato la naturopata Grazia Foti, che mi ha spiegato che esistono metodi diversi, naturali e per nulla tossici per cercare di migliorare i Disturbi Urinari nel Gatto. Ricordo mi disse che non potevamo sapere se dopo varie cateterizzazioni avremmo potuto ottenere risultati in quanto la situazione poteva essere compromessa.
Quindi dopo aver cercato e trovato un nuovo veterinario competente e nello stesso tempo collaborativo e aperto a sistemi di cure naturali, ho deciso di andare avanti con i trattamenti naturali proposti dalla naturopata Foti anche se devo dire la verità.. vedevo nero!
 
 

gattocicova-foglie

 
 
Cure Rimedi Naturali Disturbi Urinari Gatto Omeopatia
 
La prima tappa di questo percorso fu la cura dell’alimentazione che doveva essere naturale e non conservata per ristabilizzare, mi fu detto, il microbiota intestinale, quindi carne di buona qualità verdure e ottimi probiotiici.
In contemporanea alla nuova dieta naturale è avvenuta la somministrazione quotidiana di “liquidi sottocute”, eseguita dal nuovo veterinario, che successivamente ho imparato a fare da sola.
Come rimedi la naturopata, mi propose un sostegno ai reni e al fegato precedentemente intossicato, prodotti per disinfiammare la mucosa vescicale e soprattutto la Spaccapietra somministrata a cicli da decidere secondo il procedere degli altri trattamenti e della sua risposta.
Per me fu tutto nuovo è devo dire che all’inizio ero molto demoralizzata e disillusa.
Però in tempi brevi la situazione di Ruggi cominciò a migliorare vistosamente in tutti i sensi: appetito, feci buone, pelo bello, vitalità e soprattutto niente più ricoveri, farmaci e cateteri. Avendo io altri gatti sto cercando di adeguarmi a questo nuovo sistema di vita naturale per tutti.
 
 
“E’ tutto da vedere non ci resta che provare e aspettare” mi disse Grazia Foti un anno fa.. e ad oggi (settembre 2016, ormai da più di un anno, Ruggi sta benissimo in gran forma e non ha mai più sofferto di cistite e disturi urinari.”

 
 

Lisa Treme
 
 

N.B. Tutti i casi clinici esposti in questo sito, sono stati trattati, parallelamente al lavoro di veterinari che hanno eseguito visite, analisi, diagnosi ed eventuali terapie farmacologiche
 
 

www.gattocicova.it

 

 

Disturbi Urinari nel Gatto: Ruggi

 
 
POTREBBE ANCHE PIACERTI ..

BPCO nel Cane: il caso di Stella

Gatto Fiv Positivo Romeo

Carcinoma Squamocellulare

Ulcera Indolente nel Gatto

Neoplasia Linfoide nel Gatto

Pancreatite nel Gatto acuta

Triadite nel Gatto Terapie

Tumore cutaneo nel Gatto

CANE con Carcinoma

Malattia Renale di GRILLA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disturbi Urinari nel Gatto: Ruggi