Febbre nel Gatto

Inserito in Malattie del GATTO

Febbre nel Gatto.. cause sintomi rimedi.

La Febbre nel Gatto è sempre SINTOMO di una patologia in atto. E’ appunto un segnale “spia” di difesa del sistema immunitario, che indica che qualche cosa, nell’organismo del gatto, non sta funzionando.

 
Febbre nel Gatto
 

Febbre nel Gatto

 
Per capire la causa della febbre del Gatto si renderà necessaria una visita medica e se non si riscontrano patologie evidenti, bisognerà fare un esame del sangue completo.
Generalmente alcuni febbri sono correlate ad una patologia da raffreddamento, oppure ad uno stato infiammatorio e/o infettivo.
Nel gatto la temperatura normale si aggira intorno ai 38°C. Una temperatura del corpo troppo elevata cioè oltre i 41°C può avere effetti gravi come edema cerebrale.

La febbre nel Gatto con la diffusione di calore, può aiutare l’organismo a contrastare la malattia impedendo la moltiplicazione dei batteri, facilitando al contempo, l’azione delle difese immunitarie naturali.

Ci sono varie CAUSE che possono indurre la Febbre nel Gatto come:

punto elenco Bronchite e/o Broncopolmonite
punto elenco Tracheite
punto elenco Tonsillite
punto elenco FELV (Leucemia Felina)
punto elenco FIV (Immunodeficienza Felina)
punto elenco Cimurro
punto elenco Parvovirus
punto elenco Toxoplasmosi
punto elenco Calicivirosi
punto elenco Rinotracheite infettiva
punto elenco Ehrlichia / Emobartonella/ Rickettsia
punto elenco Pancreatite
punto elenco Neoplasie
punto elenco Vaccinazioni
punto elenco Gastroenterite Infettiva
punto elenco Alcuni tipi di farmaci
punto elenco Situazioni di Ansia e Stress come la visita veterinaria o un trasloco
 
 
I SINTOMI di Febbre nel Gatto in genere sono:
 
Abbattimento, inappetenza, nausea, cuscinetti delle zampe caldi, sonnolenza e inquietudine, (il gatto è stanco ma non si rilassa, assume una posizione contratta).
Quando la temperatura è particolarmente elevata, si nota un respiro superficiale e veloce, con tachicardia e a volte anche vertigini.

Febbre nel Gatto

L’uso di farmaci antipiretici come aspirina o tachipirina, negli animali specie nel gatto, che non metabolizza certe sostanze, sono pericolosi e spesso letali.
La FEBBRE invece con la diffusione di calore, può aiutare l’organismo a contrastare la malattia, impedendo la moltiplicazione dei batteri, facilitando al contempo, l’azione delle difese immunitarie naturali.
L’utilizzo di farmaci antipiretici invece, non è privo di effetti collaterali come ulcerazioni gastroenteriche ed elevato grado di tossicità a livello renale ed epatico.

Febbre nel Gatto

Inoltre, abbassando la febbre con un farmaco, si riduce l’azione difensiva messa in atto naturalmente dall’organismo, offrendo ai virus la possibilità di continuare a diffondersi.
 

gattocicova-foglie

Febbre nel Gatto

Rimedi Cure Naturali Febbre Gatto Omeopatia

Per un Gatto con la febbre, quando la stessa è troppo alta e l’animale è particolarmente prostrato, oppure nei casi in cui il medico ritenga che un paziente non possa tollerare un certo grado di temperatura corporea, per particolari condizioni di salute, come in presenza di patologie cardiache, o in età avanzata, esistono efficacissimi prodotti naturali, privi di tossicità e di effetti collaterali, che oltre ad attivare il sistema immunitario, contrastano la febbre, facendola scendere in maniera graduale.
gatto-con-la-febbre
Questi rimedi NON hanno la stessa azione di un normale antipiretico, ma ricostruiscono ciò che la febbre consuma.
 
punto elenco La medicina Antroposofica usa l’Argentum Metallicum D 30 ad alte dinamizzazioni e sostiene che “l’Argento, è utile quando sussistano dei processi distruttivi troppo intensi per esempio nelle febbri consuntive che minacciano di dissolvere l’intero organismo.
Tuttavia l’azione di questi trattamenti naturali, non è affatto sintomatica, antipiretica o antibiotica: la febbre non viene stroncata, ma.. “all’eccessiva azione distruttiva, viene contrapposto un processo polare di ricostruzione”.
 

punto elenco Nella Fitoterapia esiste un rimedio che contrasta la febbre nel Gatto in maniera più diretta ed è l’olio essenziale di Eucalipto, che seppur naturale, agisce con un’azione antipiretica e antinfiammatoria, su qualsiasi tipo di febbre che sia intermittente, o indotta da malattie infettive o su quelle che si manifestano anche violentemente, come spesso accade nell’influenza.
Un O.E. di Eucalipto di ottima marca come per esempio quello della la Just o della Specchiasol, si può dare a un gatto sottoforma di una o al massimo due gocce diluite in una siringa d’acqua minerale naturale, quando la febbre sale eccessivamente.
 

punto elenco Si può anche utilizzare il macerato glicerico di Alnus Glutinosa, in concomitanza di sindromi influenzali e patologie del tratto respiratorio.
 

punto elenco Anche i Sali Tissutali per la Febbre nel Gatto, aiutano efficacemente quando si ritenga necessario agire su una febbre troppo elevata. Si possono usare il Ferrum Phosphoricum N.4 alternato a Kalium Sulfuricum N.7.
 

punto elenco In Omeopatia sono notoriamente adatti:
Aconitum 5 CH per le febbri ad esordio improvviso e rapido, si possono dare 2 granuli anche ogni 15/ 30 minuti, fino a riduzione dei sintomi, andando poi man mano ad aumentare gli intervalli di tempo fino a tre ore e poi stabilizzarsi su 3/4 somministrazioni giornaliere.
febbre-del-gatto
 
Belladonna 5 CH: con congestione e rossore intenso del naso e delle orecchie.
 
Omeogriphi della Guna, ottimo in caso di rialzo febbrile anche per i gatti, contiene sia Aconitum che Belladonna.
 
 

Grazia Foti
naturopata

 
 

www.gattocicova.it

 

 

Febbre nel Gatto

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Calcoli dei Gatti Alcalinizzazione

La Tonsillite nel Gatto

Demenza Senile nel Gatto

Colite nel Gatto Sintomi e Cause

Ernia Diaframmatica

Dermatite nel Gatto

Intolleranze Alimentari

Otite nel Gatto Cause e Rimedi

Pancreatite Felina Cure

Parassiti Intestinali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Febbre nel Gatto