Gemmoterapia nel CANE e nel GATTO

Inserito in Fitoterapia

La Gemmoterapia nel CANE e nel GATTO viene usata con successo per curare molteplici patologie. Diversamente dalla Fitoterapia tradizionale che utilizza parti di pianta adulta, la Gemmoterapia si avvale di preparati ottenuti dalla macerazione di TESSUTI EMBRIONALI freschi in una soluzione di acqua, alcool e glicerina.

 
Gemmoterapia nel Cane e nel Gatto
 

Gemmoterapia nel CANE e nel GATTO

 

La terra è viva. Le gemme e le pietre della terra sono energie viventi. Non ti somigliano, tuttavia possiedono la tua stessa energia vitale..

La linea curativa della gemmoterapia che utilizza le gemme senza distruggerle, parte dal presupposto che in tutti i tessuti embrionali, non ancora differenziati dalla crescita, esista una forza vitale fondamentale, assente nella pianta adulta.
Le gemme che agiscono col principio delle frequenze vibrazionali, crescono nelle viscere della terra e impiegano milioni d’anni per formarsi. Elementi di natura come luce e calore del Sole, Acqua, Aria e Terra, con l’ausilio del tempo, lavorano insieme per dare forma a queste preziose sostanze.
 

Gemmoterapia nel CANE e nel GATTO
Nei tessuti meristematici si trovano più sostanze e principi attivi di quanto non ve ne siano nella pianta adulta, che sono particolarmente ricchi in enzimi, vitamine, fattori di crescita, (acidi nucleici – RNA DNA), ormoni vegetali (gibberelline, auxine, cinetine) oltre ai principi attivi propri della specie (flavonoidi,antociani ecc.)

 
Le parti della pianta utilizzate in gemmoterapia
Gemme
Amenti
Giovani getti
Giovani radici
Linfa

Gemmoterapia nel CANE e nel GATTO

I gemmorivati hanno la capacità, oltre che di curare, di DRENARE gli organi del metabolismo umano e animale, sostenendoli nelle loro funzioni, poichè le tossine si possono annidare in qualsiasi parte dell’organismo, infatti questo metodo curativo, non esercita la sua azione solo sugli organi emuntori classici, ma la estende a tutti gli organi.
Con il drenaggio si ripulisce l’organismo e lo si prepara a ricevere le cure omeopatiche.
La caratteristica fondamentale dei gemmoderivati è proprio quella di agire a livello energetico con un’azione principalmente disintossicante e quindi di preparare il terreno di ogni organo ad un’eventuale terapia omeopatica.

Gemmoterapia nel CANE e nel GATTO

Attraverso il drenaggio inoltre, alcune piante possono avere una specifica azione di stimolo su alcuni apparati, in particolare sugli organi emuntori, quelli che si occupano di eliminare dall’organismo le scorie tossiche.
Il drenaggio ha come finalità, quella di facilitare e direzionare gli sforzi di disintossicazione, compiuti dall’organismo, grazie all’intervento di sostanze drenanti prescritte in diluizione molto bassa per stimolare gli emuntori.
La Gemmoterapia nel CANE e nel GATTO, può venire utilizzata da sola come terapia unitaria, in associazione con altri rimedi non convenzionali e sia con i farmaci tradizionali. In generale non esistono controindicazioni all’uso dei gemmoderivati, che normalmente vengono utilizzati anche in pediatria e veterinaria.
La caratteristica fondamentale dei gemmoderivati è proprio quella di agire a livello energetico un’azione principalmente disintossicante e quindi di preparare il terreno di ogni organo ad un’ eventuale terapia omeopatica.
 
Con l’uso della Gemmoterapia nel CANE e nel GATTO, diamo al nostro PET la possibilità di utilizzare le preziose ricchezze offerte dalla natura. Normalmente nelle persone, i macerati glicerici, si propongono a stomaco vuoto, invece negli animali, specie nei gatti, essendo conservati in soluzione leggermente alcolica, è meglio diluire la loro concentrazione con dell’acqua minerale naturale. Un buon momento può essere mezz’ora prima di due pasti e mai a stomaco troppo vuoto come nell’intervallo tra sera e mattina.
E’ sempre consigliabile iniziare con un’unica somministrazione giornaliera di una settimana, per verificare eventuali, seppur rare reazioni individuali e poi passare a due dosi al dì.
In genere si usa una goccia per kilo di peso dell’animale che si può aumentare o diminuire secondo le risposte di ogni singolo individuo.
 

N.B. i gemmoderivati sono composti di una soluzione lievemente alcolica ed è bene non utilizzare in caso di pet con problemi gastrici specie in fase acuta, ipersensibilità all’alcool e in soggetti intolleranti ai lieviti.

 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 
www.gattocicova.it

 
 

Gemmoterapia nel CANE e nel GATTO

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Ficus Carica nel Cane

Ficus Carica nel Cane

Fiori di Bach nel Gatto

Fiori di Bach nel Gatto

Betula Pubescens

Aloe nel Gatto

Aloe nel Gatto Benefici

Uncaria per Gatto e Cane

Uncaria per Gatto e Cane

Artemisia Annua nel Cane e Gatto

Artemisia Annua nel Cane e Gatto

Olio di Semi di Ribes Nigrum

Olio di Semi di Ribes Nigrum

Echinacea nel Cane

Echinacea nel Cane

Vaccinium Myrtillus nel Cane

Vaccinium Myrtillus Cane

Acerola nel Gatto

Acerola nel Gatto e nel Cane

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gemmoterapia nel CANE e nel GATTO