Metalli Pesanti nel Cane

Inserito in Nonintossicarmi

Metalli Pesanti nel Cane e Chelazione.

Quando si parla di accumulo di Metalli Pesanti nel Cane si ci riferisce ad uno stato tossico dell’organismo in cui sostanze inquinanti, che penetrano insidiosamente all’interno del corpo e tendono a bioaccumularsi: concentrandosi in vari distretti organici. I metalli pesanti sono nel cibo nelle scatolette di alluminio, nelle pentole di alluminio (in alluminio, acciaio con nichel) in alcuni farmaci, nei vaccini e ormai anche nei pesci.

 
Metalli Pesanti nel Cane
 

Metalli Pesanti nel Cane

 
I Metalli Pesanti nel Cane, si accumulano lentamente e progressivamente nelle ossa, nel fegato, nei reni, nei tessuti connettivi, nel cervello e in altri organi. L’organismo non riesce, con i normali processi detossificanti, a rimuoverli. Senza l’ausilio di sostanze chelanti, capaci di legarsi al metallo e di trasportarlo all’esterno dell’organismo, permangono per decenni e rappresentano un serio pericolo per la salute.

I Metalli Pesanti nel Cane bloccano l´attività di numerosi complessi enzimatici e la loro eliminazione avviene solo in minima parte, con conseguente danno metabolico ed energetico
Metalli Pesanti nel CANE

I metalli tossici come subdoli killer, si sostituiscono nell’organismo ai minerali necessari per la vita, alterando funzioni e strutture biologiche. L’organismo che si trova ad affrontare una mancanza di minerali o vitamine indispensabili per la salute, ricorre ai metalli tossici che trova disponibili nei siti di legame degli enzimi e dei sistemi enzimatici.

Metalli Pesanti nel CANE

Ad esempio il piombo sostituisce il calcio nel cervello, il cadmio sostituisce lo zinco e l’alluminio sostituisce il magnesio. La sostituzione permette ai sistemi enzimatici, di continuare a funzionare, ma non come prima, poiché questo processo deviato, causa alterazioni fisiologiche. Le reazioni non avvengono esattamente come prima, ma trovano una via alternativa, danno vita ad una variante che inevitabilmente determina delle conseguenze negative per l’equilibrio generale.
 
Inoltre, l’accumulo di Metalli Pesanti nel Cane induce la formazione di Radicali Liberi (i metalli pesanti distruggono i legami molecolari e liberano Radicali Liberi), molecole chimiche estremamente pericolose per le nostre cellule tanto da essere soprannominate “killer cellulari”, responsabili dell’insorgenza di molte malattie come diabete, cushing, insufficienza renale, disfunzionalità della tiroide.

Metalli Pesanti nel CANE

 
Effetti dei principali Metalli TOSSICI
 
Arsenico: cancro linfatico, cancro al fegato, cancro della pelle
Bario: ipertensione, paralisi
Bismuto: dermatite, stomatite ulcerosa, diarrea
Cadmio: diarrea, spasmi intestinali, vomito, fratture ossee, danni immunitari
Cromo: danni ai reni e al fegato, problemi respiratori, cancro polmonare
Lantanio: cancro polmonare, danni al fegato
Piombo: danni al cervello, danni ai reni, distruzione del sistema nervoso
Mercurio: distruzione del sistema nervoso, danni al cervello, danni al DNA.
Nickel: embolia polmonare, difficoltà respiratorie, asma e bronchite cronica, reazione allergiche della pelle
Tungsteno: danni alle mucose e alle membrane, irritazione agli occhi
Allumino: danni al sistema nervoso centrale, demenza, perdita di memoria, anemia, deformazione ossea, danni epatici e renali
 

Metalli Pesanti nel CANE

I metalli tossici sono dei nemici tanto più silenziosi e insidiosi, tanto più manca informazione. Qualche anno fa la prestigiosa rivista scientifica americana “Lancet” ha pubblicato uno studio che dimostrava una correlazione tra il morbo di Alzheimer ed un accumulo di alluminio nell’organismo (gatti e cani soffrono di Alzheimer e il pet food industriale è conservato in alluminio e le scatolette hanno le giunture in piombo).

Metalli Pesanti nel CANE

CHELAZIONE
 
La procedura per la disintossicazione dai Metalli Pesanti è detta CHELAZIONE e si attua attraverso la somministrazione di un agente chelante.
Tuttavia la chelazione profonda, può provocare, insieme all’eliminazione dei metalli tossici, anche una perdita di minerali utili e benefici, ed è quindi necessario assumere, durante la terapia chelante, determinati integratori alimentari che di solito vengono introdotti nella stessa flebo di chelazione.
Inoltre è bene sapere che la terapia con sostanze chelanti di sintesi chimica, può presentare effetti collaterali ed è consigliabile solo nei casi di avvelenamenti acuti.
In tutti gli altri casi, è preferibile un approccio più “soft” alla depurazione, che consente di rimuovere gli eccessi dei Metalli Tossici nell’arco di alcune settimane o mesi, senza comportare rischi o pericoli per la salute, attraverso l’uso di CHELANTI NATURALI che sono ben tollerati dall’organismo e non producono effetti collaterali. La loro assunzione deve essere accompagnata da terapia-drenante a base di ipodermoclisi.

Metalli Pesanti nel CANE

Alcuni tra i Chelanti Naturali
 
ZEOLITE:
un minerale di origine vulcanica la ZEOLITE non viene assorbita dall’apparato gatro-intestinale ma viene espulsa con le feci insieme a tutte le sostanze nocive che ha incontrato nel suo percorso lungo il canale digestivo, dove assorbe sostanze nocive come: metalli pesanti, radionuclidi, sostanze chimiche provenienti dai cibi e dalle medicine, virus, batteri, funghi e loro tossine, tossine fermentative che derivano da una alimentazione scorretta e da una flora batterica disbiotica ed eccessi di acidità nell’organismo. Inoltre la Zeolite rilascia nell’organismo degli oligoelementi e minerali di cui esso necessita. Il corpo cosi viene disintossicato, de-acidificato e rimineralizzato. La Zeolite è anche in grado di ridurre i radicali liberi in eccesso, chiamato stress ossidativo, responsabili dell’insorgenza o dell’aggravamento di molte malattie. La Zeolite utilizzata deve essere di ottima qualità e in dosi tali da non provocare stispi e costipazione.

Metalli Pesanti nel CANE

CURCUMA:
La Curcuma aiuta a ripulire il fegato, purifica il sangue e promuove una buona digestione. Ha grandi proprietà anti-infiammatorie, ma nessuno degli spiacevoli effetti collaterali dei farmaci anti-infiammatori. È usata altresì per la pulizia della pelle e la conservazione degli alimenti. La curcuma stimola la produzione di tre enzimi-aril-idrocarburo-idrossilasi, glutatione-S-transferasi, e UDP-glucuronil-transferasi. Questi sono “coltelli” chimici che abbattono le sostanze potenzialmente nocive nel fegato. La curcuma offre una protezione durante l’assunzione di farmaci e chemioterapici che vengono metabolizzati attraverso il fegato.
 
CHLORELLA:
La Chlorella è un alga unicellulare cresciuta in stagni ricchi di sali minerali ed è stata tradizionalmente utilizzata per la sua azione di sostegno alle funzioni depurative dell’organismo grazie al suo alto livello di nutrienti e Clorofilla è nota per le sue proprietà disintossicanti da tutti i metalli tossici e le tossine ambientali. Agisce sul sistema metabolico e conseguentemente sugli organi emuntori. Ha un azione di controllo, sugli alti livelli di glicemici, ma anche su alta pressione, colesterolo e obesità problemi cardiovascolari e diabetici. Favorisce le funzioni depurative dell’intero organismo, assorbe grandi quantità di tossine nell’intestino, risana la flora batterica ed elimina dal fegato e dai tessuti i residui tossici (insetticidi, concimi chimici e metalli pesanti), e ha un azione generale tonica ed energizzante.
La Chlorella è particolarmente ricca di ferro, zinco ed altri minerali e la concentrazione di Vitamina A. La clorella possiede azione antiossidante e sostiene le naturali difese dell’organismo.
In particolare Solgar Bioclorella è un integratore alimentare contenente alga Chlorella coltivata in aree non contaminate e liofilizzata mediante un procedimento che frantuma le pareti cellulari permettendo così all’organismo l’assorbimento dei numerosi nutrienti come aminoacidi, vitamine e minerali in essa naturalmente presenti. E’ pertanto utile per la sua azione antiossidante, per le funzioni depurative e le naturali difese organiche.

Metalli Pesanti nel CANE

SPIRULINA:
La Spirulina è una microalga blu-verde ricca di proteine, amminoacidi, vitamine, acidi grassi essenziali, carboidrati di facile assunzione ed antiossidanti.
Contiene acidi grassi insaturi e clorofilla. Nella medicina cinese è stata una delle prime sostanze usate per curare oltre che per una funzione profilattica. Numerosi sono i benefici di quest’alga: infatti è un integratore dell’alimentazione, sviluppa un’attività antimicrobica ed antibatterica, grazie ai sulfolipidi che si trovano nella parete cellulare. Inoltre essa migliora il rendimento psico-fisico, rafforza il sistema immunitario contiene vitamina B12 e aiuta l’organismo ad eliminare i metalli pesanti. Tra il tempo di assunzione e il pasto devono trascorrere almeno 60 minuti e almeno 30 minuti dall’assunzione di medicinali; questo garantisce un effetto ottimale del suo uso.
Alcune controindicazioni riguardano cani con problemi renali, a causa della ricchezza di proteine.
 
CLOROFILLA:
La Clorofilla è un pigmento che si trova in piante a foglia verde intenso e che è importante per il processo fotosintetico. La Clorofilla, è responsabile della trasformazione dell’anidride carbonica in ossigeno ed usa l’energia solare per produrre il nutrimento per le piante. Nella Chlorella è possibile trovare una concentrazione di clorofilla estremamente elevata, da 10 a 100 volte di più di quella che generalmente si rinviene nelle verdure a foglia verde.
 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 
www.gattocicova.it

 
 

Metalli Pesanti nel Cane

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Sostanze Tossiche per Gatti

Sostanze Tossiche

Nuovo Pesticida per pulci

Nuovo Pesticida per pulci

Intossicazione da PIOMBO nel Gatto e nel Cane

Intossicazione da PIOMBO

Filariosi del Cane e Gatto

Filariosi del Cane e Gatto

Fipronil per Gatto e Cane

Fipronil per Gatto e Cane

Antibiotici nel Cane e nel Gatto

Antibiotici nel Cane e nel Gatto

Metalli Pesanti nel Gatto

Metalli Pesanti nel Gatto

Intossicazione da Alluminio nel Gatto e Cane

Intossicazione da ALLUMINIO

Vaccinazioni nel Gatto

Vaccinazioni nel Gatto

Vaccini per Cani e Gatti

Vaccini per Cani e Gatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Metalli Pesanti nel Cane