Nutrizione nel Gatto

Inserito in Alimentazione Bio-Compatibile

Una sana Nutrizione nel Gatto.. è prevenzione.

La Nutrizione nel Gatto adatta ai felini è essenzialmente quella che rispetta la loro natura di carnivori. Infatti lo stomaco del Gatto è corto e la sua forte acidità gastrica, gli permette di digerire e assimilare velocemente la carne.

 
Nutrizione nel Gatto
 

Nutrizione nel Gatto

 
Parliamo di CARNE e non di scarti di macelleria (carcasse, piume, becchi ecc).. quelli con cui si fanno solitamente i papponi industriali, di cui nessun consumatore è in grado di accertare la provenienza e la lavorazione delle materie prime. Un pasto carneo per un Gatto si può arricchire di altre pietanze che contengono sostanze nutritive utili, prima per la crescita, poi al suo mantenimento, fino alla terza età.

Nutrizione nel Gatto
Per nutrirsi bene non basta mangiare, bisogna anche digerire il cibo ed assimilarlo

Nel formulare una sana forma di Nutrizione nel Gatto si possono prendere in considerazione anche uova biologiche e molto fresche, alcune verdure, frutta e pesce. Vanno evitati i cereali perché i gatti non hanno le qualità digestive per assimilarli , per cui un alimento non elaborato dal processo metabolico, si trasforma necessariamente in tossine portando nel tempo a malattie di vario genere. La carne non va cotta, ma leggermente scottata, altrimenti perde molti nutrienti essenziali.
 

In ogni fase della vita il gatto ha bisogni alimentari diversi. Durante la crescita rapida della prima infanzia, il cucciolo necessita del più del doppio delle calorie per kg di peso corporeo rispetto all’adulto. Oltre ad adeguati livelli di minerali e vitamine che trova assimila dagli alimenti naturali che ne contengono.
Dall’anno in poi può passare a una dieta per gatti adulti fino alla vecchiaia in cui è meno attivo e il suo sistema digestivo è rallentato e meno funzionale. La dieta dei gatti anziani deve tener conto dei cambiamenti fisiologici e fornire una quantità adeguata di elementi nutrizionali attraverso determinati integratori.
 

Ultimamente vista la crescente informazione riguardo alla giusta Nutrizione nel Gatto, a discapito di aziende che producono mangimi che senza ombra di dubbio non sono controllabili da nessun consumatore e in virtù del moltiplicarsi di malattie metaboliche nei gatti, stanno commercializzando, cibi in scatola con carne (in genere pollo), cotto a vapore senza nessun tipo di additivo chimico, (conservanti coloranti appetizzanti addensanti ecc).
Tuttavia alcuni di questi alimenti seppur più naturali, contengono notevoli quantitativi di RISO, che provocano gravi intolleranze alimentari nei gatti. E considerando anche il fatto che sono conservate in lattine di metallo, con giunture in piombo, si possono usare solo con moderazione e con determinate cautele.
 


 
INVECE … quando si compra cibo industriale confezionato, tranne per chi vende pet food o lo commercializza in rete , con cosa si ha a che fare ?
Scarti della macellazione, per i cereali considerati “non adatti all’alimentazione umana” e per altri prodotti di scarto che non potrebbero altrimenti garantire profitti.
Per “scarti” bisogna intendere intestini, mammelle, esofagi e, probabilmente, le parti malate o cancerose degli animali macellati.

Nutrizione nel Gatto

NO ai SOTTOPRODOTTI!
Le proteine utilizzate nei pet food possono provenire da diverse fonti. Quando bovini, suini, polli, ovini ed altri animali vengono macellati i tagli scelti vengono separati dalla carcassa e destinati ad uso umano, mentre circa il 50% viene impiegato diversamente. Nella produzione dei pet food, viene usato tutto ciò che rimane della carcassa: ossa, sangue, intestini, tendini, legamenti e tutte le altre parti non consumate dagli umani.
Sulle etichette, queste parti vengono descritte come : “sottoprodotti”.
 
NO agli ADDITIVI CHIMICI
Ovviamente per trasformare scarti e fermare la putrefazione di sottoprodotti carnei, i venditori di mangimi devono utilizzare dei prodotti chimici come:
• Agenti anticoagulanti
• Lubrificanti
• Agenti antimicrobici
• Dolcificanti ipocalorici
• Antiossidanti
• Dolcificanti calorici
• Coloranti
• Agenti ossidanti e dimagranti
• Agenti affumicanti
• Agenti per il controllo del pH
• Agenti deidratanti
• Ausili di processo
• Emulsionanti
• Isolanti
• Agenti fissanti
• Solventi, veicoli
• Esaltatori di gusto
• Stabilizzatori, inspessitori
• Aromatizzanti
• Agenti attivi superficiali
• Agenti per il trattamento delle farine
• Agenti di finitura superficiale
• Ausili di formula

Alimentazione nel Gatto

 

NO alle FARINE

Il termine “farina” similmente a “derivati”, significa che questi prodotti innanzi tutto non vengono utilizzati freschi: sono riciclati. Il riciclaggio separa il grasso dai materiali idrosolubili e solidi, uccidendo i batteri. Purtroppo, può alterare o distruggere anche gli enzimi e le proteine che si trovano nella “materia prima”.
Si usa anche riciclare carcasse di bestiame per estrarne olio dal grasso tramite fusione.
Tutte le cosiddette “farine” riportate nelle etichette sono dunque scarti delle industrie riciclati e trasformati e riguardano pesce carne frumento e cereali. Di fatto tutto ciò che avanza dai processi industriali degli alimenti e non è considerato commestibile per l’uomo (il che è tutto dire) .. viene rifilato agli animali.

 
NO alle MICOTOSSINE
Le Micotossine sono molecole altamente tossiche prodotte dal metabolismo di diversi tipi di funghi e muffe inizialmente presenti sulla pianta. Sia in Italia che all’estero i magazzini di cereali Mais, Riso, Soia, Grano, Orzo… sono ancora pieni di cereali con alti livelli di Micotossine superiori ai limiti per uso mangimistico. Il food industriale è pieno di cereali e grano che oltre ad essere indigesto per i carnivori, è zeppo di Micotossine.
 
NO ai GRASSI RANCIDI
Questi grassi, spesso contenuti in fusti da 50 galloni, vengono generalmente lasciati all’aperto per settimane, esposti a temperature estreme, senza preoccuparsi del loro impiego futuro. Le aziende che riciclano questi grassi li mischiano con altri tipi di grasso, stabilizzandoli tramite potenti anti-ossidanti che ne ritardano il deterioramento e vendono il prodotto finito ai produttori di pet food. Questi grassi vengono spruzzati direttamente nelle crocchette, in patè e bocconcini, per rendere appetibile un prodotto che altrimenti risulterebbe insipido o sgradevole.

Nutrizione nel Gatto

Inoltre FARINA, SOIA, GRANTURCO, NOCCIOLINE ED ALTRE PROTEINE VEGETALI Negli ultimi 10 anni, la quantità di cereali usati nel pet food e’ aumentata. Un tempo, l’industria di pet food considerava i cereali alla stregua di riempitivi, ma oggi essi rappresentano una porzione considerevole, nel cibo per animali.
 
Due su tre degli ingredienti principali dei pet food, in particolare di quelli secchi, sono quasi sempre cereali. Nelle latte per cani spesso, i 3 principali ingredienti sono granturco macinato, farina di sottoprodotti del pollo e farina di glutine di granturco.

Alimentazione nel Gatto

Tutti i cibi per animali contengono conservanti. Alcuni di questi vengono aggiunti agli ingredienti o alle materie prime dai fornitori, altri possono essere aggiunti dai produttori stessi. Dato che quest’ultimi hanno bisogno di assicurare un lunga durata del cibo secco per renderlo commestibile anche dopo la spedizione e la permanenza in magazzino, i grassi nei cibi per animali vengono conservati impiegando conservanti sintetici o “naturali”.
I conservanti sintetici comprendono il BHA e BHT, gallato di propile, propilenglicole (impiegato anche come alternativa “meno tossica” agli antigelo industriali per auto) e trimetilchinolina. La letteratura relativa alla tossicità, ai rischi o ai problemi derivati dal consumo continuo di questi antiossidanti, spesso ingeriti quotidianamente da cani e gatti, è scarsa.
 
 
www.gattocicova.it

 
 

Nutrizione nel Gatto

 
 

POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Zucca nel Gatto

Polpa di Zucca nel Gatto

Zucchine per Gatti

Zucchine Cani Gatti

Celiachia nel Gatto e nel Cane

Celiachia nel Gatto e Cane

Alimentazione Casalinga nel Cane

Alimentazione Casalinga

Le Uova nella dieta del Cane e del Gatto

Uova nella Dieta del Cane e Gatto

Alimentazione Naturale nel Cane

Alimentazione Naturale Cane

Dipendenza da Cibo nel Gatto

Dipendenza Cibo Industriale Gatto

Pet Food con Micotossine

Pet Food Micotossine

Ciotole Pericolose

Ciotole Pericolose

Alimentazione Naturale nel Gatto

Alimentazione Naturale Gatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nutrizione nel Gatto