Oscillococcinum una RISORSA per le Sindromi Virali

Inserito in Omeopatia

Oscillococcinum una risorsa per sindromi virali anche per i nostri Cani e Gatti !!

Oscillococcinum 200 K è un medicinale omeopatico e tutti sanno che il discorso “placebo” crolla quando si parla di Omeopatia Veterinaria in quanto gli animali non hanno la consapevolezza delle medicine che assumono siano esse tradizionali, fitoterapiche oppure omeopatiche.

 
Oscillococcinum
 

Oscillococcinum

 
Oscillococcinum deriva da un tessuto molto ricco di DNA e RNA (esattamente come sono i Virus verso cui orientano la loro azione terapeutica) e viene infatti utilizzato per la prevenzione e la cura degli stati influenzali o del raffreddamento.
Influenza, infezioni virali, raffreddore comune sono condizioni in cui il suo uso si è documentato utile nel  ridurre la durata delle stesse forme infettive.

 

Per quanto riguarda il settore veterinario Oscillococcinum è utile in caso di Fiv , Felv e Rinotracheite Infettiva, può essere usato come prevenzione in animali con un Sistema Immunitario indebolito che tendono a essere vulnerabili nei confronti dei virus. Questo principio attivo omeopatizzato, stimola il Sistema Immunitario in maniera  antigene aspecifica

Ovviamente saranno essenziali sia come prevenzione e sia come cura per le patologie virali,  l’alimentazione sana e naturale , e le condizioni igieniche in cui vive un animale , che dovrà essere sempre disinfettato da parassiti interni ed esterni.

La posologia di Oscillococcinum per gatti e cani non deve superare il mezzo tubo dose che può essere dato da una o più volte alla settimana secondo il manifestarsi delle patologia.
 
Il dottor Attilio Speciani parla delle proprietà benefiche di questo rimedio

“Oscillococcinum, influenza e salute.
Oscillococcinum è da oltre 60 anni il rimedio naturale più diffuso per il trattamento dell’influenza e la sua prevenzione. Una recentissima “Review” pubblicata sugli Annali dell’Istituto Superiore della Sanità analizza alcuni dei risultati recenti su Oscillococcinum 200K e pone le basi, su una rivista indicizzata e autorevole, per confermare la sua efficacia con assoluta assenza di effetti collaterali dannosi (Marrari LA et al, Ann Ist Super Sanita. 2012;48(1):105-9).
 
Siamo certi che a questo articolo seguiranno polemiche inarrestabili, e sappiamo che a mantenerle vive sarà la differenza tra due modi diversi di percepire la malattia e la salute. I paradigmi di riferimento sono diversi, e ognuno in fondo, ha le sue ragioni, ma per il medico pratico, quello che alla fine importa è che un prodotto o una specialità medicinale (come è Oscillococcinum), funzioni e sia efficace senza provocare danni.
 
Come medico ed immunologo seguo con molto interesse il dibattito acceso sull’omeopatia. Io che utilizzo sia farmaci classici sia medicinali omeopatici, faccio dell’efficacia e della validità concreta il mio parametro di confronto. Dopo anni in cui continuo a vedere persone che arrivano alla fine dell’inverno senza mai ammalarsi dopo avere effettuato la prevenzione antinfluenzale che consiglio ormai da molto tempo, propendo in modo deciso verso questa possibile opzione di terapia, e poco mi importa che alcuni ricercatori cavillino sulle parole in modo poco produttivo.
 
L’articolo che cito rianalizza i dati della Cochrane del 2006 segnalandone alcuni spunti importanti e integra i suoi dati con la revisione dei risultati, selezionando quelli ottenuti dalla effettuazione con il solo prodotto “Oscillococcinum 200K” e non con altri prodotti similari (come fece invece una delle metanalisi che lo criticò). In questo modo i risultati sono decisamente favorevoli ad Oscillococcinum stesso.
 
Di certo, il lavoro di Marrari e dei suoi colleghi evidenzia una semplice verità: anche in studi controllati, i due effetti che raggiungono una validità statistica sono quelli della minore durata della malattia (poco, solo 8-10 ore in meno, ma statisticamente significativa), e quella della molto elevata accettabilità del trattamento (con valori decisamente significativi, a segnalare una netta differenza tra placebo e Oscillococcinum 200K).
 
Quello che voglio difendere non è tanto Oscillococcinum (so che funziona, lo uso personalmente e lo faccio usare), ma il criterio di libertà di scelta di un medicinale naturale, che viene invece osteggiato in modo esemplarmente lobbistico. La libertà di scelta e la libertà di potere usare terapie non per forza in linea con il “mainstream” rimane per noi un diritto inalienabile e per il quale battersi con determinazione.
Attilio Speciani
Allergologo e Immunologo Clinico ”
 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 
www.gattocicova.it

 
 

Oscillococcinum

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Rhus Toxicodendron

Omeopatici utili nel Cane

Pulsatilla Pratensis

Mercurius Solubilis

Omeogriphi nel Gatto nel Cane

Carbo Vegetabilis nel Cane

Sali Tissutali nel Gatto

Aesculus Hippocastanum

Drosera Rotundifolia

Viscum Album Antroposofico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oscillococcinum