Osteosarcoma del Cranio nel Gatto

Inserito in Casi Clinici

Lo sviluppo di un Osteosarcoma del Cranio nel Gatto, che ha fatto un percorso di trattamenti naturali.

La diagnosi è certa (se ben fatta), ma la prognosi è sempre discutibile e negoziabile. La diagnosi è una descrizione, la prognosi è un percorso.
 
Osteosarcoma del Cranio nel Gatto
 

Osteosarcoma del Cranio nel Gatto

 
 

Oltre le tante teorie sulle cure naturali integrate, che possono anche non portare a risultati tangibili, soprattutto se non vengono personalizzate e sostenute da un buon grado di passione, fiducia e gratitudine al tempo stesso, appena posso pubblico i casi più espliciti dei nostri amici Animali in un percorso di malattia, per rendere visibile ciò che si può ottenere nella pratica.

Questa è la storia di una Gatta di nome Veruska, che sta facendo una serie di trattamenti naturali per un Osteosarcoma del Cranio, che sta man mano, interessando l’arcata sopracigliare e il naso.

Il fatto è che la Gatta ha 17 anni il sarcoma è stato diagnosticato un hanno e mezzo fa, era inoperabile e lei da un punto di vista di condizioni generali di salute, sta benissimo. La massa si arresta e a volte progredisce molto lentamente.
Contrariamente alla prognosi iniziale di un decorso veloce, con schiacciamento rapido del bulbo oculare, tutto, nella realtà, è andato diversamente.
Secondo i protocolli ortodossi avrebbe dovuto essere già morta.
 
 
Un ennesimo caso di cancro particolarmente maligno, che seguo con cure naturali e che non solo rallentano l’andamento tumorale in maniera spesso inaspettata, ma rendono la qualità di vita dell’animale ottimale: mangia tre pasti abbondanti al giorno, dorme serena, non accusa dolore, sale sui mobili, espleta ogni funzione vitale come un Gatto anziano perfettamente sano.

La Gatta assume quotidianamente, una serie di antiossidanti ben calibrati e personalizzati, essenziali per rallentare la degenerazione cellulare, segue una detossicazione naturale per fegato e reni, e fa cicli di immunomodulanti e immunostimolanti.
L’occhio interessato è sano e viene medicato giornalmente, alternando colliri di vario genere.
La massa ha anche ulcerato, probabilmenete perchè si è grattata, ma la ferita, anche se è una piaga tumorale, che non segue i normali processi di cicatrizzazione, si è chiusa, con rimedi appositi.
La maggior parte delle terapie sono omeopatiche tra cui i chinoni e viscum album, di cui ho parlato abbondantemente nei miei articoli. Con la prescrizione del veterinario che la segue da un punto di vista medico, fa cicli di antibiotici per via generale.

Non uso Artemisia.
L’alimentazione sempre naturale
Non tutti i rimedi che utilizzo si trovano in Italia e i costi sono abbastanza elevati poichè le applicazioni sono intensive, vista la situazione.
 
 

Ultimamente mi sto occupando con grande soddisfazione, di tanti casi di cancro nei Cani e Gatti con la supervisione medica, imprescindibile da chi si rivolge a me.
Lavoro anche molto sull’aspetto emotivo/energetico di approccio al cancro, per cui consiglio di non concentrarsi sulla formazione tumorale, come fosse un pezzo guasto, ma su tutto il resto del corpo vitale che attiva processi spontanei e riparatori di guarigione, dell’essere a cui stiamo prestando soccorso.
Nella sezione di GattoCiCova CASI CLINICI, trovate la descrizione di alcuni dei casi che ho seguito e di cui mi sto occupando attualmente, nei quali si evince come si possa avere accesso, a prognosi di malattie di ben più ampie vedute, indipendentemente dalle diagnosi più infauste.
Nella peggiore delle situazioni, quando cioè non si arriva a guarigione, si ottiene un notevole prolungamento della vita, privo di sofferenze per l’Animale malato e per tutta la famiglia intorno a lui.

Naturalmente questo vale anche per noi. la parola cancro è un termine che spaventa, ma è solo una diagnosi dalla quale non bisogna farsi fagocitare.. perchè quello che avviene dopo, potrebbe davvero stupirci.
Molto dipende dal nostro stato di coscienza e da quanto accettiamo un confronto con le divinità della malattia.
 
 
Grazia Foti
 
 

N.B. Tutti i casi clinici esposti in questo sito, sono stati trattati, parallelamente al lavoro di veterinari che hanno eseguito visite, analisi, diagnosi ed eventuali terapie farmacologiche
 
 

www.gattocicova.it

 

 

Osteosarcoma del Cranio nel Gatto

 
 
POTREBBE ANCHE PIACERTI ..

BPCO nel Cane: il caso di Stella

Gatto Fiv Positivo Romeo

Carcinoma Squamocellulare

Ulcera Indolente nel Gatto

Neoplasia Linfoide nel Gatto

Pancreatite nel Gatto acuta

Triadite nel Gatto Terapie

Tumore cutaneo nel Gatto

CANE con Carcinoma

Malattia Renale di GRILLA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Osteosarcoma del Cranio nel Gatto