Panace di Mantegazza contatto pericoloso

Inserito in Non Solo Anima-li

Ha un bell’aspetto rassicurante eppure la Panace di Mantegazza è una pianta fototossica invasiva presente in Europa e il contatto con questa pianta è estremamente pericoloso, poichè il suo liquido interno può recare gravi danni alla salute.
 
panace-di-mantegazza

Panace di Mantegazza

 

In Lombardia le Asl raccomandano misure cautelari qualora si dovesse trovare

Le regioni italiane in cui òa Panace di Mantegazza è più diffusa sono: Lombardia, Piemonte, Val d’Aosta, Liguria, Veneto e Trentino

La pianta tende a formare facilmente cespugli fitti e sua crescita rapida causa la distruzione della vegetazione circostante. Inoltre i semi conservano la capacità di germogliare anche per oltre 10 anni.
 
Danni da contatto con la Panace di Mantegazza

– Lesioni Cutanee: se si tocca la pianta in presenza o in seguito a radiazione solare diretta o raggi U.V., provoca gravi infiammazioni della pelle con estese lesioni bollose che possono lasciare cicatrici permanenti. A volte può essere necessario il ricovero in ospedale.

– Anche minime quantità di linfa negli occhi possono causare cecità temporanea o anche permanente.

Queste reazioni sono dovute alla presenza, nelle foglie, nei fiori, nei semi, nel tronco e nella radice di derivati furocumarinici che sono in grado di penetrare nel nucleo delle cellule epiteliali e legarsi al DNA uccidendo le cellule.

 
Per distinguere la Pànace di Mantegazza da altre piante simili ci sono alcuni parametri da conoscere:

1) il colore delle foglie che, a differenza dell’angelica, dell’Heracleum lanatum e della panace comune (Heracleum sphondylium) sono di colore verde chiaro brillante e tendente al giallo con le profonde lobature e segmentazioni di cui si è parlato

2) l’aspetto del tronco che è molto spesso e robusto, simile a quello del carciofo, con striature rosso scuro e contornato da peli irti

3) l’altezza e la mole che sono molto superiori a quelle delle altre due piante citate dalle quali va distinta

4) l’aspetto ovoidale dei frutti e del loro involucro che, nel momento della fioritura rimane attaccato alla base dell’ombrella e tende ad appassirsi

5) il diametro e l’imponenza dell’ombrella che è la più grande tra le ombrellifere

 

Cosa fare in caso di ritrovamento

Nei paesi europei e in Italia a causa dell’elevata fototossicità della Panace di Mantegazza e della sua natura invasiva, viene consigliata l’eradicazione ovunque esse si trovino.

La metodica di eradicazione consigliata è: non toccare assolutamente le piante e allontanarle immediatamente, in particolare dai parchi-gioco!
Utilizzando guanti appositi bisogna recidere la parte superiore della radice (a una profondità di 10-15 cm) o tagliare le piante al livello del suolo al momento della fioritura, utilizzando adeguate protezioni (guanti e abbigliamento) proteggere anche gli occhi. Le piante dovrebbero di preferenza essere rimosse dai giardini.

Non diffondere né i semi né le piante.

Bruciare le piante e le radici o consegnarle ai servizi di incenerimento dei rifiuti; non gettare nel compost e non consegnare ai servizi di raccolta dei rifiuti verdi. Segnalare agli uffici cantonali per la protezione della natura le nuove stazioni negli ambienti naturali protetti e nelle loro vicinanze.

Bambini e animali devono essere tenuti rigorosamente lontani

In caso di contatto con la pelle è necessario lavare accuratamente la sede colpita con acqua e sapone o col spirito ed evitare assolutamente l’esposizione solare per molti giorni, fin nell’ordine delle settimane.

 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 
www.gattocicova.it

 
 

Panace di Mantegazza

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE ..

Mirtillo Rosso e Sistema Urinario

Mirtillo Rosso e Sistema Urinario

La leggerezza di mangiare VEGANO

Mangiare VEGANO

Salmone un pesce da evitare

Salmone un pesce da evitare

Sapone di Aleppo amico della pelle

Sapone di Aleppo amico della pelle

Curcuma Miele Zenzero

Curcuma Miele Zenzero

Crescione virtù salutari

Crescione virtù salutari

Olio di Mandorle Dolci

Olio di Mandorle Dolci

Emorroidi al naturale

Emorroidi al naturale

Dismicrobismo Intestinale

Dismicrobismo Intestinale

Sale Rosa dell’Himalaya

Sale Rosa dell’Himalaya


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Panace di Mantegazza