Struvite nel Cane

Inserito in Malattie del CANE

La Struvite nel Cane è una condizione alterata dell’apparato urinario costituita dalla presenza di cristalli di Fosfato di Ammonio e Magnesio. Solitamente uno stato di dismicrobismo intestinale è direttamente collegato a questa condizione patologica infiammatoria e infettiva, che provoca fastidiosi sintomi di cistite, ritenzione urinaria e talvolta urolitiasi del Cane.

 
Struvite nel Cane
 

Struvite nel Cane

 

In caso di disbiosi accade che determinati BATTERI detti “ureasi positivi”, in grado di trasformare l’urea contenuta nell’urina in ammoniaca, prendono il sopravvento nella popolazione microbica del colon e possono raggiungere la vescica passando attraverso l’uretra oppure si propagano per transfert da organi vicini.
La trasmutazione dell’urea in ammoniaca libera Fosfato, Magnesio Ammonio che in presenza di alcalinità elevata tenderanno ad aggregarsi formando cristalli e calcoli di struvite.

Struvite nel Cane

L’ammoniaca è alcalina, quindi l’urina infettata da questi batteri avrà un pH elevato e un odore ammoniacale. Inoltre questi specifici batteri, posseggono l’enzima UREASI che scinde la normale urea urinaria, in anidride carbonica ed ammoniaca, per cui OSTACOLANO la solubilità degli ioni di Fosfato e di Magnesio, che sono costituenti dei cristalli di STRUVITE.
Il precipitato nell’urina, di questi cristalli, tra l’altro molto taglienti (simili alla lana di vetro), può graffiare vescica e l’urotelio, provocando sanguinamento, infiammazione e maggior facilità di attecchimento dei batteri ai tessuti sottostanti.
 
Alcuni tra i germi ureasi positivi più comuni sono : Proteus, Klebsiella Pneumoniae, Staphilococco Aureus, Pseudomonas Aeruginosa, Serratia marcescens, Ureaplasma urealyticum, Mycoplasma. Pseudomonas e Proteus sono i batteri che hanno la capacità urealitica maggiore rispetto agli altri.

La disbiosi intestinale cronica , dovuta ad una scorretta alimentazione, favorisce la preminenza dei batteri ureasi positivi.
Quindi contrariamente a credenze , in caso di Struvite nel Cane NON sono i minerali ad essere in eccesso, ma è di fatto l’ureasi batterica che impedisce ai minerali di dissolversi. Favorendo la precipitazione e la cristallizzazione degli stessi.
Questi cristalli, chiaramente nel tempo possono organizzarsi in calcoli, base a sua volta, della nefrolitiasi del Cane.

Struvite nel Cane

L’equilibrio della normale flora batterica intestinale è deputato all’alimentazione: la dieta e la quantità di assunzione di liquidi sono fattori importanti nello sviluppo di cristalli e calcoli.
 
Il CANE che si alimenta male, cioè con alimenti industriali, che inevitabilmente portano prima o poi, ad un stato disbiotico cronico del tratto digerente, è soggetto a struvite.

Struvite nel Cane
I cibi industriali, un mix di additivi chimici e sostanze dannose di provenienza dubbia, mantengono uno stato costante di infiammazione a visceri e vie urinarie, per la presenza di conservanti coloranti, micotossine , metalli pesanti e tantissimi altri additivi chimici, impossibili da digerire per i cani e per chiunque ne venga a contatto con essi, causano un metabolismo alterato che libera tossine.
Struvite nel Cane

Inoltre batteri del genere Proteus oltre che avere il sopravvento in caso di disbiosi intestinale dovuta al cibo industriale , sono favoriti da terapie antibiotiche prolungate.
La cistite, la pielonefrite e l’urolitiasi, sono le infezioni più ricorrenti mediate da Proteus.
(Proteus è uno di quei batteri che maggiormente possiede l’enzima UREASI. Questo enzima scinde la fisiologica urea urinaria in anidride carbonica ed ammoniaca, ostacolando la SOLUBILITA’ degli ioni di fosfato e di magnesio, che sono costituenti dei cristalli di struvite).

Struvite nel Gatto

 

gattocicova-foglie

 
Rimedi Cure Naturali Struvite Cane
 
Dall’analisi delle urine possono evidenziarsi i cristalli di Struvite, anche se quando i calcoli si sono formati, non è detto che si trovi la presenza di cristalli.
Per una diagnosi più completa a volte è bene fare un’ecografia che non rappresenta per il pet un esame invasivo.
rimedi-cure-naturali-struvite-cane
Utilizzare alimentazione esclusivamente naturale biologica
Idratare la vescica con abbondante assunzione di liquidi (eventualmente anche per Ipodermoclisi)
Integrare con i Probiotici di qualità accertata
Usare rimedi naturali che favoriscono la diuresi e disgregano i cristalli come Spaccapietra e Betula Pubescens.
 
Bisogna tenere presente che se si vuole curare con successo una malattia è bene sempre partire dalla causa primaria, mentre nella Struvite nel Cane solitamente si cura solo l’effetto e infatti la remissione dei sintomi è solo temporanea.
 
Ricordo inoltre che i cristalli e i calcoli di Struvite nel Cane derivano da una condizione patologica di base, che se non viene corretta, determina la coazione a ripetersi dell’urolitiasi e della formazione di cristalli urinari, ecco perchè usare acidificanti delle urine senza agire sulla flora batterica intestinale, non ha senso.
 
 
Grazia Foti
Naturopata

 
 
www.gattocicova.it

 
 

Struvite nel Cane

 
 
POTREBBE PIACERTI ANCHE…

Sete Eccessiva nel Cane

Leishmaniosi nel Cane

Ipotermia nel Gatto e nel Cane

Calcoli urinari del Cane

Meteorismo e Flatulenza

Colpo di Calore nel Cane

Ascite nel Cane Sintomi

Gastrite nel Cane IBD

Congiuntivite nel Cane

Raffreddore nel Cane

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Struvite nel Cane